Autismoe vaccinazioni

http://www.emergenzautismo.org/content/view/451/48/
  
Autismo e vaccinazioni

http://www.westonaprice.org/moderndiseases/autism.html

By Mary Megson, MD

Ho fatto la pediatra per 22 anni, gli ultimi 15 visitando solo bambini con disabilità nello sviluppo, il che include disabilità dell’apprendimento, disordini quali iperattività e  deficit di attenzione, paralisi cerebrale, ritardo mentale e autismo.
Nel  1978 , ho verificato lavorando al Boston Floating Hospital che l’incidenza dell’autismo era 1: 10.000 . Negli ultimi 10 anni è aumentata , tra 1:300 , 1:600.
Negli ultimi 9 mesi, ho visitato più di 1.200 bambini. Il 90% di questi era con autismo , e parlo solo dell’area di Richmond. Attualmente, il Dipartimento Statale dell’Educazione parla di soli 1522 autistici in tutta la Virginia.
L’agenzia MHMR (Ritardo mentale Salute mentale), ha messo in atto programmi di intervento locale, e hanno fatto davvero fatica a gestire le tutti i casi . Ho dato il mio contributo come consulente per la città di Richmond e dintorni, per quanto riguarda il programma per bambini autistici che frequentano varie scuole in ogni  distretto.
Parlando di “autismo regressivo”, la forma di autismo che si presenta con uno sviluppo normale fino a che c’è una perdita di abilità e si cade nell’autismo, di solito tra i 18-24 mesi, è un fenomeno in aumento. Ho visto numerosi bambini affetti da questo tipo di autismo anche nella stessa famiglia, inclusi nelle ultime 4 settimane 4 casi di regressione autistica avvenuta in bambini di 4 anni dopo vaccinazione MMR e DPT, In passato non si era mai visto niente di simile.
Nella za dei casi, un genitore soffre di cecità notturna o altri rari disordini causati da un difetto genetico della proteina G, che hanno a che fare coi recetteori della membrana cellulare, attivaiti da retinoidi, neurotrasmettitori, ormoni, secretina e altri messaggeri delle proteine. Le proteine “G” sono proteine cellulari che mandano segnali negli organi sensoriali che regolano il tatto, il gusto, l’odorato, l’udito, la vista. Si trovano in tutto il corpo, in alte concentrazioni nel cervello e nell’intestino. Attivano o disattivano diversi percorsi metabolici, incluso quello del glucosio, dei lipidi, delle proteine, così come in quello della crescita cellulare e della sopravvivenza delle cellule.
Di solito, nel momento della regressione autistica, noi troviamo la tossina della pertosse , che distrugge completamente i segnali G alpha. A questo punto abbiamo:
1.Glucogenesi o rottura dei glicogeni. Molti di questi bambini hanno zucchero alto nel sangue. C’è un 68% di incidenza di diabete tra i genitori e i nonni di questi bambini.
2. Rottura dei lipidi che va ad incrementare i grassi nel sangue , il che conduce a iperlipidemia. 1/3 delle famiglie hanno un genitore o nonno morto per infarto del miocardio a meno di 55 anni di età , diagnosticato con iperlipidemia.
3.Crescita cellulare incontrollata. Ci sono 62 casi maligni associati a ras-Oncogene (un gene del cancro) in 60 famiglie di bambini autistici.
 
Gli anticorpi contro il morbillo reagiscono  con  dei filamenti che sono il collante delle cellule, che le tengono insieme nella parete intestinale. La perdita di questa stretta vicinanza delle cellule interrompe l’aproptosi o abilità delle cellule di uccidere le cellule anormali. Il vaccino MMR  a 15 mesi precede il DPT a 18 mesi, questo causa una incontrollata crescita di cellule .
Molte famiglie hanno casi di cancro tra genitori o nonni, perlopiù cancro al colon. Il difetto genetico, trovato nel 30-50% di adulti con cancro, è un gene del cancro (ras-oncogene). E’ lo stesso difetto che sta alla base del difetto congenito noto come “cecità notturna”.

Il difetto della proteina –G causa una severa perdita della funzione dei bastoncelli in molti bambini autistici. Perdono la capacità di visione notturna, la capacità di recepire l’ombreggiatura degli oggetti alla luce del giorno. E’ come se vedessero un puzzle, vedendo solo colori e forme tranne che al centro della visione , l’unica zona in cui sembra riescano ad avere una visione tridimensionale.
Solo do la TV o lo schermo del computer riescono in maniera per loro prevedibile  a gestire quello che vedono. Cercano di trovare un senso al mondo allineando gli oggetti, spesso in base al colore. Riescono a vedere gli oggetti mettendoli assieme,  “pensando per immagini”. La loro avversione per il contatto oculare è un tentativo di tenere libera la parte centrale della retina dove mantengono una certa funzione dei bastonecelli.
Il tocco della mamma sembra carta vetrata per loro. I suoni normali a loro sembrano chiodi che graffiano su una lavagna. Noi opensiamo siano incapaci di astrazione, ma siamonoi ad averli messi in un quadro astratto a 18 mesi e loro stanno cercando di capire se il linguaggio che sentono corrisponde a quello che vedono!
Il difetto congenito che porta alla cecità notturna nel braccio corto del cromosoma X intacca in percorso del calcio nelle membrane cellulari il quale, non funzionando, blocca i recettori del  glutamato/NMDA nell’ippocampo dove si trova il persorso di connessione tra emisfero sinistro e destro con il lobo frontale.
Margaret Bauman ha descritto una mancanza di crescita cellulare e di differenziazione nell’ippocampo  durante autopsie di bambini autistici: Il lobo frontale è la sede dell’attenzione, dell’inibizione degli impulsi, del giudizio sociale, delle funzioni esecutive.
Se stimolati, questi recettori NMDA attraverso la proteina G , stimolano a loro volta i recettori nucleari della vitamina A scoperti da Ron Evans e i suoi colleghi nel Dicembre 1998. Se bloccati, cosa sperimentata su animali, le cavie sono incapaci di imparare e di ricordare i cambiamenti nel loro ambiente, Agiscono come se avessero significativi problemi percettivi visivi e deficit nell’apprendimento spaziale.
Ci riferiamo al fatto che la sequenza della proteina del virus dell’epatite B era stata originariamente isolata nel gene con un recettore retinoide simile (RAR beta), recettore importante per la plasticità cerebrale e degnalatore nell’ippocampo. Dopo aver rimosso il mercurio, ho capito che si riportava in vita il vacino epatite B. Andranno fatti studi per capire se tutto questo è causa di un aumentato incremento dell’autismo.
Io utilizzo vitamina A in forma cis concentrata solubile maturale contenuta nel CLO per baipassare il percorso bloccato della proteina G e attivare questi recettori retinoidi. In pochi giorni, molti dei bambini riacquistano il contatto oculare e qualcuno di loro allarga il suo campo visivo, prima ristretto alla parte centrale. Dopo due mesi di vit.A alcuni di questi bambini, dopo aver somministrato lorio una sola dose di Bethanecol (un farmaco parente dell’acetilcolina, sostanza che trasmette impulsi nervosi) per stimolare il sistema parasimpatico , sono più attenti, sorridono, mostrano senso dell’humour e parlano dopo solo 30 minuti.
Questo migliora l’area cognitiva, ma loro sono ancora malati. Quando questi bambini hanno ricevuto l’MMR, le loro scorte di vit.A sono state distrutte e non era posibile per loro compensare questo danno. La mancanza di vit.A conosciuta anche come “agente anti-infettivo”, li ha resi immunosoppressi. Hanno perso la immunità mediata dalle cellule. L’attivazione dei linfociti T, importanti per la memoria immunitaria a lungo termine, richiede 14 –idrossi retro-retinoli. Er questo con il CLO, l’unica fonte naturale di questa sostanza, i bambini stanno meglio. Il sistema nervoso parasimpatico è bolccato per il secondo difetto della proteina G.
Questi bambini sono inacapaci di rilassarsi, di stare attenti, di digerire il cibo. Tuttavia , loro sono in un costante stato di attività simpatetica eccessiva riversando quantità di adrenalina e ormoni. Sono ansiosi, veloci, hanno le pupuille dilatate, pressione alta, battito cardiaco accelerato. Questi e altri sintomi di deficit di attenzione, disturbi di iperattività fanno parte del quadro. Questi sintomi migliorano con il bethanecol.
Io abito in un quartiere della classe media, con 23 abitazioni. Recentemente ho contato 30 bambini di questa comunità, che sono in cura per disturbi ADHD! Una settimana fa, mio figlio più grande, dotato ma dislessico, ha invitato 12 amici per pranzo. Li ho osservati, tutti eccetto uno avevano pupille dilatate. Dopo 2 mesi 1 mese e mezzo di terapia con vit.A e D in CLO, mio figlio ha detto: Finalmente posso leggere! Le lettere non si spostano più in giro per la pagina. Finalmente focalizzava e la sua scrittura è migliorata. Nella suo scuola superiore per studenti dislessici, 68 su 70 ragazzini lamentano di soffrire di disturbi visivi come luci, un sintomo della cecità notturna congenita.
Purtroppo so che siamo testimoni di un disastro di cui soffrono migliaia di americani. I bambini con autismo, dislessia/ADHD sono fortunati. Altri bambini hanno  problemi nemmeno identificati.
Dobbiamo sforzarci per mettere in piedi centri multidisciplinari dove curare questi bambini. Le compagnie di assicurazione dovrebbero pagare per le valutazioni mediche, psichiatriche e per i trattamenti. Questi bambini sono malati fisicamente, immunosoppressi con disordini cronici autoimmuni che intaccano vari organi. Trovare un eziologia dell’autismo, identificare i bambini a rischio prima della regressione autistica, prevenire questo disordine è un imperativo.
Far sì che i vaccini siano sicuri.
Mamme provenienti da tutto il paese hanno portato le foto dei loro figli a Waschimgton questo weekend. Molti di questi bambbini sono nati normali, e poi si sono persi nella “regressione autistica”. Guardate nei loro occhi, sentirete il loro silenzio.

Nota dell’autore: Oltre al CLO questi bambini hanno necessità di una dieta ricca di minerali e calcio. La vitamina D aiuta molto.

Dr. Mary Megson è pediatra, specializzata in sviluppo infantile, membro dell’Accademia Americana di Pediatria, assistente professore di pediatria al medical College della Virginia. Questa testimonianza del 6 aprile 2000, è stata presentata alle sedute  del senato  per “autismo e vaccinazioni”. Parti di questo articolo sono tecniche.

Autismoe vaccinazioniultima modifica: 2008-12-26T15:53:18+00:00da odf
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento