Dalle maggiori Università o da “ciarlatani”?

http://www.emergenzautismo.org/content/view/348/48/

Dalle maggiori Università o da “ciarlatani”?

Una raccolta, eseguita da David Kirby, di studi molto recenti, presentati dai migliori ricercatori universitari alle principali conferenze sull’autismo o pubblicati sui più importanti e rispettati giornali medici. Questo il commento di Kirby nel presentarlo.

Ho messo insieme questo elenco di studi che trovo molto utile da inviare a coloro che affermano che “non c’è evidenza”. Molti studi recenti, presentati dai migliori ricercatori delle più importanti Università o pubblicati in giornali scientifici ufficiali, hanno riportato le seguenti scoperte che supportano un probabile link tra mercurio e autismo. Alcuni di questi lavori sono stati definiti da CDC (Centro di Controllo per le Malattie) “scienza spazzatura” condotta da “ciarlatani”

 

–Università di Washington / National Institutes Of Environmental Health Sciences – Pubblicato In Environmental Health Perspectives
Nei primati l’etilmercurio dei vaccini (nella forma del thimerosal), una volta entrato nel cervello, si converte in mercurio inorganico a un ritmo doppio o triplo del metilmercurio (che si trova nei pesci) . Il mercurio inorganico non ha un sistema naturale di trasporto per poter uscire dal cervello, dove rimane a lungo, forse per sempre. Uno studio precedente dello stesso gruppo di ricercatori aveva trovato che il mercurio inorganico è la causa di alterazioni nei tessuti cerebrali, tra cui una grande dilatazione delle cellule della microglia (materia bianca), che è coerente coi ritrovamenti di cervelli di maggiori dimensioni nei bambini con autismo.

 

–Johns Hopkins Bloomberg School Of Public Health – Published In The Journal Pediatrics
Il tasso di aumento dei casi di autismo tra i bambini nati ogni anno negli Usa è rimasto relativamente stabile fino al 1987, quando ha improvvisamente iniziato ad aumentare,e da allora continua a aumentare tra i bambini nati in ogni coorte successiva. Un secondo aumento improvviso si è visto nel 1992, e dopo pochi anni ha iniziato a livellarsi. (E’ interessante notare che tra l’87 e il ’92, con l’introduzione dei nuovi vaccini conteneti timerosal, l’esposizione totale al mercurio dalle vaccinazioni infantili andava da 75 a 240 microgrammi). Nello stesso tempo, l’incidenza del ritardo mentale e di altri disturbi infantili è rimasta costante, per cui la spiegazione non può risiedere in una “sostituzione diagnostica”.

–University Of Arkansas – Arkansas Children’s Hospital Published In The Journal Biology
I bambini con autismo hanno livelli nulli o estremamente bassi di tioli-sostanze biochimiche sulfur based–(un sinonimo di tioli è mercaptani, o letteralmente ” catturatori di mercurio”).Si pensa che la ragione sia genetica. Senza queste sostanze ( i tioli), come ad es la proteina glutatione, questi bambini con variante genetica soffrono di stress ossidativo, e mostrano una ridotta capacità di eliminare i metalli pesanti come il mercurio. Gli interventi biomedici con una varoetà di sostanze naturali hanno mostrato di poter riuscire ad aumentare i livelli di tioli in questi bambini fino a livelli normali.

 

–Columbia University – Published In Molecular Psychology
Topi con una predisposizione genetica all’ autoimmunità hanno mostrato reazioni orribili ai vaccini con timerosal, comparati ai topi senza l’autoimmunità. I topi sensibili hanno mostrato comportamenti ripetitivi e autolesionistici, tra i quali grooming se stessi o i propri compagni incessantemente, a volte fino alla morte. Avevano anche un aumento di volume cerebrale .

–Northeastern University -Published In Molecular Psychiatry
Il timerosal, quando esposto a cellule con certe mutazioni genetiche, può interferire con critici processi metabolici, tra i quali la metilazione. La metilazione è cruciale per una esatta espressione dei geni e per la crescita del DNA e dell’RNA, e per lo sviluppo dei neurotrasmettitori e degli acidi grassi essenziali–inclusa la mielina–che proteggono inervi e il cervello. La metilazione è necessaria nche per lo sviluppo dei tioli come il glutathione, e per altre funzioni di detossificazione.

 

–University Of Texas – Published In The Journal Health And Place
Il mercurio rilasciato primariamente dalle centrali a carbone può contribuire all’aumento dei casi di autismo. Lo studio ha trovato che l’aumento dell’autismo nel Texas è andato di pari passo con l’aumento delle emissioni di mercurio. Per ogni 1000 pound di mercurio rilasciato c’è stato un aumento del 61% di percentuale di casi di autismo. Un autore dello studio ha detto che si mostra una importante connessione tra l’esposizione ambientale al mercurio e lo sviluppo dell’autismo.

di David Kirby, Autore di Evidence of Harm

Dalle maggiori Università o da “ciarlatani”?ultima modifica: 2008-12-26T15:58:45+00:00da odf
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento